Biblioteca come centro di documentazione

“Biblioteca scolastica come centro di documentazione”
a cura di Patrizia Mori.

Si ringraziano la prof.ssa Rita Masolo, della Biblioteca del Liceo Scientifico “ G. Peano” di Roma per il materiale fornito, la prof.ssa Donatella Lombello e la dott.ssa Vera Marzi dell’Università di Padova per il supporto teorico ed organizzativo.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Che cosa è

E’ un servizio fornito dalla biblioteca scolastica, che si propone di raccogliere, per poi metterli a disposizione degli insegnanti
- idee
- racconti di esperienze fatte in classe,
- documenti
- relazioni di progetti e di percorsi formativi e didattici aventi contenuti disciplinari e trasversali
- resoconti di corsi di aggiornamento o convegni

E’ uno spazio fisico dove incontrarsi e lavorare insieme

A cosa serve

- A non disperdere il patrimonio di informazione che la scuola produce, anno dopo anno, nel corso della sua attività.
- A recuperare informazioni utili per l’attività didattica, per l’elaborazione e lo svolgimento di progetti
- A recuperare materiali relativi all’aggiornamento.

Come funziona

Raccoglie i documenti prodotti all’interno della scuola
- dai docenti ( progetti, relazioni…);
- dagli alunni (elaborati, poster, giornalini…);
- dalla biblioteca (percorsi, schede operative, materiali didattici, opuscoli….)

Ne elabora una descrizione attraverso una scheda di documentazione, offre agli utenti la possibilità di consultare il materiale raccolto, assiste l’utente nel recupero delle informazioni di cui ha bisogno.

A chi serve

- Agli insegnanti
- Agli alunni
- A chiunque voglia conoscere l’attività che si svolge a scuola.

Come farlo funzionare

1. Una copia dei documenti prodotti nella scuola deve essere depositata presso la Biblioteca Scolastica.

2. Il documento presentato deve essere strutturato in modo tale da consentirne una descrizione standardizzata ( cioè deve recare l’indicazione del titolo, dell’autore o del referente, del tipo di materiale contenuto, della data di elaborazione.

3. Il documento presentato deve riportare chiaramente l’argomento, deve avere le pagine numerate in modo progressivo e un indice, devono essere citate le fonti di riferimento e soprattutto, nel caso venga utilizzato materiale prodotto da altri, la fonte dalla quale questo è stato tratto.

4.La descrizione di ogni documento deve essere formulata secondo uno standard ( la scheda di Documentazione, allegata al presente opuscolo), in modo da poter recuperare il documento stesso attraverso l’individuazione dei suoi elementi significativi. L’insieme delle schede di documentazione sarà diffuso a tutte le scuole.


Che cosa si documenta

Il materiale prodotto dalla scuola si può dividere in due categorie:
- esperienze (progetti o percorsi)
- documenti (materiali informativi utili per i percorsi)

Come si documenta

un’esperienza (progetto/percorso)

Il materiale concernente un’esperienza quando viene consegnato in biblioteca, deve offrire la possibilità di descrivere l’esperienza stessa in un formato standardizzato, catalogarla, conservarla per essere messa a disposizione per la ricerca.
Deve quindi soddisfare i seguenti requisiti:
- Recare il titolo dell’esperienza
- Essere attribuito ad uno o più docenti referenti
- Riportare l’indicazione delle classi coinvolte nel progetto/ attività
- Riportare la data dell’anno scolastico nel quale il progetto/ attività è stato sviluppato
- Includere una scheda descrittiva dell’esperienza (vedi allegato).

un documento

Il documento che viene consegnato in biblioteca, perché possa essere catalogato, conservato e quindi messo a disposizione per la ricerca, deve avere i seguenti requisiti:
- Avere un titolo
- Essere attribuito a uno o più autori
- Riportare la data di stesura
- Avere le pagine numerate in modo progressivo
- Avere un indice
- Includere i riferimenti bibliografici dei testi di riferimento per ulteriori approfondimenti sull’argomento o le fonti dalle quali le informazioni sono tratte.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Si allegano:
- Scheda descrittiva di documentazione dell’esperienza
- Due modelli di frontespizio:
a) percorso/progetto
b) atti e materiali di convegno/ corso di aggiornamento